Meglio la colonscopia con sedazione o Virtuale?

Colonscopia tradizionale con sedazione o colonscopia virtuale?

E’ una domanda che molto spesso viene posta dal Paziente per capire quale delle due metodiche sia preferibile e quale sarebbe meglio indicata per ridurre i fastidi che potrebbero sorgere nel corso dell’esame.

Come spesso accade però nella medicina, non esiste una risposta in assoluto corretta per ogni situazione in quanto, come in questo caso, la tipologia di tecnica adeguata per il paziente va definita in base alla specifica situazione ed esigenze cliniche del paziente stesso.

La colonscopia virtuale infatti ha finalità diagnostiche, inoltre è un esame totalmente non invasivo poiché eseguito tramite l’utilizzo di un macchinario TAC ovvero senza il ricorso a sonde endoscopiche. E’ chiaro quindi che da un punto di vista di invasività la colonscopia virtuale ha molteplici vantaggi rispetto alla colonscopia tradizionale ma è opportuno ricordare al paziente che tale metodica ha finalità diagnostiche.

La colonscopia tradizionale invece, è un esame che ha finalità sia diagnostiche sia operative. E’ un esame che ha la possibilità di osservare dall’interno la parte inferiore del tubo digerente costituita da retto, sigma, colon e quando indicato ileo terminale. Tramite lo strumento utilizzato per eseguire la colonscopia tradizionale, è possibile utilizzare uno o più canali operativi attraverso i quali è possibile introdurre o aspirare gas o liquidi e strumenti vari quali ad esempio pinze da biopsie, aghi, strumenti per il recupero di polipi. Questo esame è definito invasivo e di conseguenza necessità molto spesso di ricorso a sedazione per rendere l’esame meno fastidio e problematico per il paziente.

I nostri centri